fbpx
  • 030.6700152
  • Viale Libertà 39/a Bedizzole (BS) 25081

Autocontrollo, come conquistarlo con la crescita personale

Ti sei mai chiesto come non lasciarti dominare dalle tue emozioni, e imparare a padroneggiarle? La risposta è l’autocontrollo: la capacità di gestire i tuoi sentimenti prendendone consapevolezza e accettandoli come parte di te.

Probabilmente vedi intorno a te alcune persone che non risultano mai inopportune, sanno disinnescare la rabbia e hanno sempre la risposta pronta. Non puoi fare a meno di invidiarle? Sappi che anche tu puoi imparare a controllarti, applicando alcune tecniche di self-regulation che ti permetteranno di avere sempre la situazione in pugno.

 

Come il mental coaching insegna l’autocontrollo

La missione del mental coach è quella di allenare il tuo autocontrollo in modo che tu possa raggiungere tutti gli obiettivi che ti sei proposto, senza che le emozioni negative si intromettano tra te e la persona che vuoi diventare.

Frustrazione, invidia, rabbia e paura possono consumare a poco a poco la tua energia interiore, contaminando la tua motivazione al punto da distruggere tutto quello che hai costruito. Sono parassiti mentali che annebbiano la tua visione per il futuro, ti scoraggiano nel presente, e ti fanno dare il peggio di te nelle situazioni di stress.

Ma non disperarti: tutti siamo dotati di autocontrollo, dobbiamo solo rafforzarlo, proprio come un muscolo. Ti basta esercitarti quotidianamente a:

  • Evitare le tentazioni: impegnarsi non significa soffrire inutilmente, perciò stai alla larga da situazioni in cui sai che potresti reagire male per niente; ricordati che se hai un problema puoi risolverlo, e se pensi che sia impossibile, allora non è un tuo problema.
  • Ribadire la tua motivazione: le emozioni parassite sono subdole perché si presentano all’improvviso, e le assecondiamo senza rendercene conto; l’unico modo per tenere alta la guardia è ricordarti cosa vuoi veramente: quando stai per cedere a un eccesso di rabbia, ricordati che non vale la pena di passare per una persona irascibile e intrattabile, solo per godersi due minuti di sfogo.
  • Prenderti cura di te: ciascuno di noi ha dei lati positivi e dei lati negativi, quindi non sentirti in colpa perché per una volta non sei riuscito a controllarti; accetta che certe debolezze sono parte di te, e amati per questo: è imparando ad affrontarle che diventerai più forte!
  • Decidere autonomamente: una gran parte della nostra insoddisfazione deriva dal fatto che ci sforziamo di rientrare in schemi che ci sono imposti; investi le tue energie nella ricerca di ciò che è giusto per te e per la tua crescita personale: se lo farai rispettando gli altri, chi ti vuole bene non esiterà a sostenerti nelle tue scelte.
  • Metterti alla prova: sono Stefano Pigolotti, e nella pratica come mental coach ho sperimentato che ognuno di noi lotta per fiorire nel deserto: quando intorno a te vedi solo ostacoli, non pensare di essere l’unico; tutti incontriamo delle difficoltà, ma le supera solo chi, ancorandosi saldamente alle proprie radici, accetta la sfida e dimostra di cosa è capace.

 

I vantaggi di chi si sa autocontrollare

L’autocontrollo è come un muscolo: puoi allenarlo, ma se lo sovraccarichi rischi di consumarlo. Per questo puoi affidarti a un professionista della preparazione mentale che ti assista nel prendere consapevolezza delle tue potenzialità e ti indirizzi nella scelta degli obiettivi giusti per te.

Rafforzando il tuo autocontrollo, potrai affrontare le sfide della vita e i momenti di fatica facendo leva sui tuoi punti di forza. Saprai infatti riconoscere gli impulsi negativi, che ti fanno credere di avere di fronte un ostacolo più grande di te e ti rendono sospettoso anche delle gioie che la vita può offrirti.

Il mio motto, firmato Stefano Pigolotti, è che Il tuo destino è sbocciare: con il giusto atteggiamento mentale saprai ottimizzare la tua energia interiore per sopravvivere nel deserto e fiorire, non lasciando che nemmeno un briciolo della tua linfa vitale vada sprecato.

 

Iscriviti alla newsletter

Post Your Comment