fbpx
  • 030.6700152
  • Viale Libertà 39/a Bedizzole (BS) 25081

Come migliorare la propria leadership

 

Al tempo degli antichi romani, avere una buona capacità di leadership significava principalmente disporre di un esercito armato e fedele, un alleato che possedeva una banca e avere la voglia e la tenacia di marciare per giorni alla conquista di nuove terre da annettere alla repubblica o all’impero. In questo Giulio Cesare è stato un vero mentore: dopo aver conquistato la Gallia, ha deciso di marciare verso Roma sfidando l’autorità del senato.

 

Oggi le cose sono diverse: per fortuna non c’è bisogno di un esercito armato e soprattutto si può fare sostanzialmente affidamento sulle proprie capacità e attitudini (che sono sempre da migliorare) per poter essere un buon leader.

 

Che cosa è la leadership

Il primo aspetto da ricordare quando si parla di leadership è che questo concetto può assumere forme diverse: può quindi essere l’insieme delle doti che ha una persona nella guida di un gruppo verso un obiettivo…ma soprattutto è il modo in cui tu decidi di condurre la tua propria esistenza. Infatti, per essere un buon leader con il prossimo devi essere – prima di tutto – un buon leader di te stesso. È infatti il modo in cui gestisci le tue relazioni, la tua famiglia, i tuoi rapporti sul posto di lavoro dove – anche se non ne sei consapevole – eserciti comunque una posizione di potere: ciascuno è infatti responsabile di dare forma alla tua vita… cosa c’è di più potente di questo?

 

Un secondo aspetto da tenere presente è che la leadership non è un’equazione il cui risultato è zero: infatti, ogni volta che eserciti la tua leadership su un gruppo, rafforzi anche quella degli altri, dando l’esempio e delegando loro alcune mansioni. In poche parole: i grandi leader permettono anche agli altri di essere leader di successo.

 

Terzo parametro da prendere in considerazione: la leadership si può imparare, anche se una buona base ti aiuterà a raggiungere più rapidamente il tuo obiettivo.

 

 

Come migliorare la tua leadership

Esistono diversi tipi di leader al mondo che si prefiggono obiettivi differenti, ma hanno tutti in comune una serie di qualità e di skill che vengono utilizzate per influenzare positivamente il prossimo. Scopriamo quali sono alcuni aspetti che devi migliorare per essere un buon leader:

 

Gestione del tempo: avere la capacità di concentrarsi con lucidità sulla visione del proprio progetto è la skill n.1 che ogni leader deve avere. Vietato perdere tempo con vampiri energetici che potrebbero distoglierti al tuo obiettivo e spazio a tutte le persone che possono arricchire la tua persona. Tutti i giorni veniamo bombardati da dati statistici che sottolineano quando non si abbia effettivamente tempo: non lasciarti convincere da questa sirena, ma impegna corpo e mente per ottimizzare quello a tua disposizione.

 

Padronanza delle relazioni: tornando all’esempio di Giulio Cesare, lo sai come era solo chiamare i propri soldati? Quirites, un termine che in latino significa cittadini e implicava quindi un rapporto paritetico. Non insisteva quindi sul suo essere un comandante, ma li rendeva partecipi del successo e della marcia verso la vittoria.

Giulio Cesare aveva capito una cosa fondamentale: le relazioni sono così importanti nella nostra vita perché sono quelle connessione che permettono di liberarci dai nostro limiti e raggiungere i nostri obiettivi.

 

Coltiva la sicurezza nell’incertezza: una delle doti che un buon leader deve avere è quella di dimostrare sicurezza, anche laddove non sia sicuro di un determinato obiettivo da raggiungere. Coltivare e alimentare la sicurezza nella propria squadra, la convinzione che si raggiungerà un obiettivo comune è quello che i membri del team si aspettano e che tu, caro leader, devi dimostrargli.

 

Iscriviti alla newsletter

Post Your Comment