fbpx
  • 030.6700152
  • Viale Libertà 39/a Bedizzole (BS) 25081

Come scegliere i propri obiettivi personali

Il tuo percorso di crescita personale non avviene in modo casuale, ma segue un disegno che in buona parte dipende da te. Risponde cioè ad una visione, una situazione ideale nella quale vorresti vederti in futuro e che aspiri a creare intervenendo tu stesso proattivamente sulla realtà. Puoi immaginare la visione come un dipinto, che nasce dalla stratificazione di tante pennellate; ogni pennellata è un obiettivo raggiunto, perciò è fondamentale che, quando inizi il tuo cammino verso la realizzazione personale, tu sappia esattamente a cosa mirare.

 

Caratteristiche del giusto obiettivo

Gli obiettivi non sono tutti uguali, perché siamo noi a fissarli, e ognuno di noi è diverso. Puntare a un obiettivo è come fare un tiro al bersaglio: sei tu che decidi che distanza mettere tra te e la sagoma, e se tirare con l’arco o con le freccette.

 

Ci sono però tre caratteristiche, valide per qualunque traguardo tu abbia in mente, che ti dicono se sei sulla buona strada. L’obiettivo giusto per te, infatti, è:

  1. Raggiungibile: tutti abbiamo il diritto di sognare, ma i sogni impossibili non diventano realtà; lo stesso si può dire degli obiettivi che ti poni: non promettere a te stesso la luna, ovvero non prefiggerti scopi che non ti interessano e che ti costano una fatica tale da distruggerti; la felicità non è la meta, ma la strada, quindi fai in modo che anche quella che ti separa dal tuo obiettivo sia ricca di soddisfazioni intermedie.
  2. A lungo termine: cerca sempre di distinguere tra bisogni momentanei ed esigenze di realizzazione personale; spesso ci sembra di volere intensamente qualcosa solo perché è immediata da ottenere, ma questo non vuol dire che ci darà una soddisfazione altrettanto profonda; gli obiettivi migliori sono quelli che durano nel tempo quando li hai realizzati, diventando il trampolino di lancio per le tue prossime conquiste.
  3. Estendibile: non dimenticare che, come spiego nel mio manuale romanzato firmato Stefano Pigolotti, Il tuo destino è sbocciare; stai intraprendendo un percorso di crescita, dunque ogni passo che compi deve servire come punto di partenza per quello successivo; se un obiettivo non ti rende più forte e pronto ad affrontare nuove sfide, probabilmente non fa per te!

 

Come scoprire i propri obiettivi

Porsi degli obiettivi è molto importante, in primo luogo perché ci permette di acquisire stima e fiducia in noi stessi. Quando avrai chiarito a te stesso dove vuoi arrivare, ti sarà più facile trovare dentro di te le energie da mettere a frutto, e superando un traguardo dopo l’altro ti renderai conto che sei molto più forte di quello che credi.

Ma come puoi fare per scoprire quali obiettivi vuoi ottenere?

Il primo passo è senz’altro chiederti cosa vuoi veramente. Troppe persone si prefiggono scopi che in realtà non sentono come propri, e li inseguono solo per accontentare gli altri. Pensano di fare del bene, o di migliorare la considerazione che familiari, amici e colleghi hanno di loro. Ma la verità è che sono votati all’insuccesso. Gli obiettivi genuini, quelli che nascono dalla tua motivazione, rispondono innanzitutto alla tua visione. Come mental coach con anni di esperienza, ti suggerisco di chiedere a te stesso: come sarei, se fossi davvero felice?

Come step successivo, ti raccomando di ignorare i cosiddetti buoni propositi. Hanno una caratteristica in particolare che tradisce la loro falsità: sono occasionali. Non a caso sono promesse che ci facciamo all’inizio dell’anno, o quando abbiamo in programma un evento importante nella nostra vita. Illusioni facili da smascherare: ti basta ricordare che i giusti obiettivi sono radicati nel tuo desiderio di crescita. Non sono capricci o piccole sfide che concepisci al momento, per costringerti a svoltare. Sono semmai scintille di forza consapevole che ti danno la spinta per andare avanti sempre, anche davanti alle difficoltà.

I buoni propositi, invece, falliscono di fronte al primo ostacolo… parola di Stefano Pigolotti.

 

Iscriviti alla newsletter

Post Your Comment